Il Sentiero degli Dei

Partendo proprio dal Sentiero degli Dei da quella strada sospesa sul magico golfo delle Sirene solcato ancora oggi dalla memoria e dal mito

È con questa frase di Italo Calvino, impressa su una targa in ceramica, che ha inizio uno dei trekking più famosi al mondo. Il Sentiero degli Dei collega Agerola, paesino sulle colline della Costiera Amalfitana, a Nocelle, frazione di Positano abbarbicata alle pendici del Monte Pertuso. Si tratta di uno spettacolare tracciato di 7,8 km da percorrere in circa 4 ore di puro godimento per gli occhi.

Prima che i Borbone realizzassero l’attuale strada statale costiera, il Sentiero degli Dei è stato per secoli l’unica via di collegamento tra i borghi della Costiera Amalfitana. Per anni è continuato ad essere usato come mulattiera, fin quando non è stato riscoperto e adeguato a sentiero escursionistico.

Il Sentiero degli Dei è un lungo corridoio tra cielo e terra, mare e montagna. Una strada sospesa nel vuoto con incredibili canyon e continue terrazze panoramiche da cui ammirare l’isola di Capri e suoi Faraglioni, Punta Penna, l’arcipelago de Li Galli, i Monti Lattari e Positano. Un sentiero magico che incantò anche gli antichi greci. Secondo la mitologia, infatti, vi passarono gli dei per salvare Ulisse dalle temibili sirene che si trovavano sugli isolotti de Li Galli.

A Nocelle termina il Sentiero degli Dei, ma non questo spettacolare viaggio: una scalinata di 932 gradini divide il borghetto dalla modaiola Positano. La camminata, quindi, prosegue attraversando Monte Pertuso dove si sarebbe svolta una battaglia tra la Madonna e Lucifero, che tutt’oggi ha lasciato delle profonde tracce: un buco (in dialetto “pertuso”) nel cuore della roccia creato dal dito indice della Vergine per testimoniare la sua presenza nel luogo. In realtà si tratta di un fenomeno di erosione che ha modellato le rocce come fossero sculture di pietra. Tra leggende, natura e la conta dei gradini si arriva a Positano dove si può fare shopping tra le caratteristiche stradine, bere un cocktail in spiaggia e tuffarsi nelle sue acque cristalline.

L’incredibile biodiversità del luogo, gli scenari catturati dalla mitologia e le vedute mozzafiato fanno del Sentiero degli Dei un trekking unico al mondo.